100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

OS X, Linux e tutti gli altri OS

100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMG_Novice_Usr » sab apr 17, 2021 9:56 am

Buongiorno,

vorrei chiedere un parere a voi esperti.

Ho un notebook HP di ultima generazione, citare il modello esatto ha poca importanza, basti sapere che è un quad-core Core i5 di settima generazione, 8GB di RAM, un disco rigido a tracce (quindi non SSD) di 1TB, con sopra Win10 come OS.

È sempre stato lento, con alti e bassi.

Abbastanza recentemente ho notato, grazie ad un programma di performances-monitoring (uno dei tanti che esistono), che la percentuale di accesso al disco passa a gradino dallo 0% al 100%.

https://drive.google.com/file/d/1UtA4Rk ... NuJr4/view

https://drive.google.com/file/d/1UELM9F ... nX78C/view

è quasi sempre al 100%, ogni tanto passa istantaneamente allo 0%, per poi tornare subito al 100%.

Questo fenomeno si manifesta sempre, compreso all’accensione.

Ecco uno screenshot delle apps che il programma di performances-monitoring rileva come applicazioni che accedono in modalità I/O pesantemente/frequentemente sul disco.

https://drive.google.com/file/d/18jFI3B ... krC4d/view

https://drive.google.com/file/d/1Blbg7Q ... xmeb2/view
Avatar utente
AMG_Novice_Usr

Veterano
 
Messaggi: 271
Iscritto il: ven mag 01, 2020 10:10 am
Località: Pisa

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMG_Novice_Usr » sab apr 17, 2021 9:57 am

Domanda 1:

cosa vuol dire esattamente “100%” disco (in generale N%)? Suppongo che il disco viene impegnato sempre, nel canso del 100%, o comunque in percentuale, nelle operazioni di R/W da parte dei processi attualmente pronti e quindi schedulati dallo short-term-scheduler? (ovviamente tramite chiamata ad API, è l’OS che glie lo consente, tramite semaforiche). Insomma si tratta di una percentuale temporale di impegno da parte dei programmi, giusto? In sostanza il mio è un disco che non ha mai tregua, è continuamente acceduto, e questo potrebbe spiegare la lentezza che lo caratterizza … (nonchè la sua temperatura altina, a detta almeno di un app che ti dice appunto la temperatura del disco).

Domanda 2:

perché avviene, secondo voi, questo continuo accesso al disco da parte di apps? A regola non dovrebbe essere così: se dovessi scrivere io un OS, farei in modo che il set di dati (files) a cui un app deve accedere (a cui un app ha già acceduto, e che quindi probabilmente accederà nell’immediato futuro, “località nello spazio e nel tempo” dello spazio di indirizzamento di un programma), dicevo questo set di dati lo farei caricare, dall’OS, dal disco alla RAM (e forse, quando serve, in data-cache), in modo tale che l’app in questione non debba richiedere l’accesso al lento disco. Qui invece pare proprio che il disco sia sempre acceduto, che tutta la banda IO verso il disco sia piena … delucidazioni?

Domanda 3:

c’è qualcosa che posso fare per porre rimedio a questo inconveniente?
Avatar utente
AMG_Novice_Usr

Veterano
 
Messaggi: 271
Iscritto il: ven mag 01, 2020 10:10 am
Località: Pisa

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMIGASYSTEM » sab apr 17, 2021 10:31 am

Il fatto che l'Hardisk lavori in continuazione è perchè Windows fa sempre dei Backup dei dati e installazione dei vari aggiornamenti poi mettici la scansione in background dell'Antivirus.

Consigli per velocizzare e far lavorare al minimo l'Hardisk:

- Bloccare definitivamente gli aggiornamenti
- Disattivare il ripristino di sistema
- Eliminare dalla startup avvio automatiche applicazioni terze parti "in background" non indispensabili
esempio:
CCleaner non deve partire in automatico, non deve verificare nuovi aggiormanenti etc..
- Importae che il disco non sia invalidato, se non è un HD allo Stato Solido ogni spegnimento brusco "mancanza alimentazione" bisogna ogni volta effettuare uno scandisk a tutte le partizioni esistenti.

Fatto questo Win10 sarà una scheggia e si avvierà in pochi secondi !!!
Immagine - AROS One Home Site - AfA One - AROS One x86 - AROS One 68K - WinUAE OS 4.1 -

Miei AMIGA
Amiga 4000/Cyberstorm MK II/060/Picasso RAM 6MB Kick 3.1
Amiga 1200/030 Ram 16 Mega HD 500 MB
Amiga 1200/040 Ram 32 Mega HD 500 MB
Amiga 600 HD 20 MB
Amiga 600 Doppio Kickstart 2.05-1.3
Amiga 500 Plus Doppio Kickstart 204-1.3
Amiga 500
CD32/SX-32 MK1 RAM 8 MB HD 4G
CD32 Standard
Avatar utente
AMIGASYSTEM

Staff
 
Messaggi: 5510
Iscritto il: ven lug 25, 2008 8:39 pm
Località: Brindisi

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda clros » sab apr 17, 2021 10:55 am

Ho avuto su diversi PC questo stesso problema e non riuscivo affatto a risolvere. Su alcuni PC il disco andava al 100% a partire dal boot per circa 10-20 minuti dopo l'accensione, poi si normalizzava. Su altri PC, il disco andava al 100% apparentemente senza che facessi nulla, immaginavo per operazioni di servizio da parte di windows.

Tutte le soluzioni suggerite sui vari forum, anche ufficiali di microsoft, non davano esito; forse l'unica cosa che mitigava un po' era la disabilitazione dell'indicizzazione.

Mi ero accorto solo che il sistema operativo era impegnato a gestire una quantità notevole di interrupt (non ricordo quale programma abbia usato per controllare) per cui ho immaginato un problema hardware del disco o del controller.

Alla fine ho risolto semplicemente cambiando disco, che effettivamente indicava che , almeno nei casi che mi sono capitati, si trattava di un problema hardware.


Domanda 2:

perché avviene, secondo voi, questo continuo accesso al disco da parte di apps? A regola non dovrebbe essere così: se dovessi scrivere io un OS, farei in modo che il set di dati (files) a cui un app deve accedere (a cui un app ha già acceduto, e che quindi probabilmente accederà nell’immediato futuro, “località nello spazio e nel tempo” dello spazio di indirizzamento di un programma), dicevo questo set di dati lo farei caricare, dall’OS, dal disco alla RAM (e forse, quando serve, in data-cache), in modo tale che l’app in questione non debba richiedere l’accesso al lento disco. Qui invece pare proprio che il disco sia sempre acceduto, che tutta la banda IO verso il disco sia piena … delucidazioni?


La soluzione da te indicata è quella classica, studiata in architetture dei sistemi operativi. La località spaziale e temporale è infatti realmente sfruttata come hai descritto.
Però la situazione reale che riguarda tutti i SO commerciali è molto più complessa di quello che si studia all'uni; i motivi di accesso al disco da parte dell'OS possono essere moltissimi e non strettamente legati al trasferimento dati solo per la gestione dei processi.
Cmq sono abbastanza interessato a queste tematiche, se vuoi possiamo parlarne (in un thread separato o in privato :felice: )
Ultima modifica di clros il sab apr 17, 2021 11:12 am, modificato 1 volta in totale.
Only AMIGA makes it possible !!
La colpa è sempre del Kernel!!
...un bit è formato da 8 byte...

Claudio "CP" La Rosa
Avatar utente
clros

Supremo
 
Messaggi: 3473
Iscritto il: ven mag 07, 2004 2:41 pm
Località: SYS 64738

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMIGASYSTEM » sab apr 17, 2021 11:01 am

Cambiando disco "stato solido" velocizza parecchio ma non risolvi i problemi, con i miei suggerimenti "non teorici ma pratici" che non sono standard e non suggeriti da nessuno ma frutto della mie esperienza funzionano, comuque va bene anche disabilitazione indicizzazione se necessaria anche perchè velocizza solo le ricerche e non il sistema operativo.
Immagine - AROS One Home Site - AfA One - AROS One x86 - AROS One 68K - WinUAE OS 4.1 -

Miei AMIGA
Amiga 4000/Cyberstorm MK II/060/Picasso RAM 6MB Kick 3.1
Amiga 1200/030 Ram 16 Mega HD 500 MB
Amiga 1200/040 Ram 32 Mega HD 500 MB
Amiga 600 HD 20 MB
Amiga 600 Doppio Kickstart 2.05-1.3
Amiga 500 Plus Doppio Kickstart 204-1.3
Amiga 500
CD32/SX-32 MK1 RAM 8 MB HD 4G
CD32 Standard
Avatar utente
AMIGASYSTEM

Staff
 
Messaggi: 5510
Iscritto il: ven lug 25, 2008 8:39 pm
Località: Brindisi

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda Seiya » sab apr 17, 2021 6:43 pm

quando mi era capitato il problema di un HD molto lento a copiare i file era perchè c'era un problema di IRQ penso con alcune periferiche. L'hD cambiava prestazione rimuovendo e reinserendo una scheda video di due marchi diversi (passare da una AMD ad un nVidia) e una scheda di rete PCI in un determinato slot.
Con il portatile sicuramente non questo il caso e forse in effetti sarebbe il caso, una volta fatti gli aggiornamenti importanti, disattivarli e impedire ad alcuni applicazioni di fare in background operazione automatiche.
Seiya

Supremo
 
Messaggi: 3653
Iscritto il: sab lug 04, 2009 11:22 pm

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda clros » sab apr 17, 2021 10:46 pm

Seiya ha scritto:quando mi era capitato il problema di un HD molto lento a copiare i file era perchè c'era un problema di IRQ penso con alcune periferiche. L'hD cambiava prestazione rimuovendo e reinserendo una scheda video di due marchi diversi (passare da una AMD ad un nVidia) e una scheda di rete PCI in un determinato slot.


Quindi anche nel tuo caso erano problemi di interrupt.
Toglimi una curiosità: è un problema che hai sempre avuto oppure all'inizio non era così "lento/occupato" e lo è diventato improvvisamente?
Perchè stavo pensando che nel caso in cui all'inizio non avevi il problema ed è comparso improvvisamente, anche se l'hai risolto cambiando scheda grafica, il problema vero potrebbe sempre essere l'HardDisk...

Con il portatile sicuramente non questo il caso e forse in effetti sarebbe il caso, una volta fatti gli aggiornamenti importanti, disattivarli e impedire ad alcuni applicazioni di fare in background operazione automatiche.

Almeno che non ci siano programmi strani o impazziti, è difficile che si prendano al 100% tutto il disco.
Anche i programmi di base di Windows 8/8.1/10 come antivirus e la gestione aggiornamenti, sono molto ben bilanciati, non ti accorgi nemmeno che stanno impegnando il disco. Di sicuro non lo fanno mai andare al 100%.
Only AMIGA makes it possible !!
La colpa è sempre del Kernel!!
...un bit è formato da 8 byte...

Claudio "CP" La Rosa
Avatar utente
clros

Supremo
 
Messaggi: 3473
Iscritto il: ven mag 07, 2004 2:41 pm
Località: SYS 64738

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMIGASYSTEM » sab apr 17, 2021 11:35 pm

Seiya ha scritto:Con il portatile sicuramente non questo il caso e forse in effetti sarebbe il caso, una volta fatti gli aggiornamenti importanti, disattivarli e impedire ad alcuni applicazioni di fare in background operazione automatiche.

Infatti è quello che ho scritto sopra, aggiornamenti, punti di ripristino e applicazioni in background sono quelli che rallentano notevolmente un sistema, la scheda Video migliora le prestazioni di un PC ma non gli accessi all'hardsisk.
Immagine - AROS One Home Site - AfA One - AROS One x86 - AROS One 68K - WinUAE OS 4.1 -

Miei AMIGA
Amiga 4000/Cyberstorm MK II/060/Picasso RAM 6MB Kick 3.1
Amiga 1200/030 Ram 16 Mega HD 500 MB
Amiga 1200/040 Ram 32 Mega HD 500 MB
Amiga 600 HD 20 MB
Amiga 600 Doppio Kickstart 2.05-1.3
Amiga 500 Plus Doppio Kickstart 204-1.3
Amiga 500
CD32/SX-32 MK1 RAM 8 MB HD 4G
CD32 Standard
Avatar utente
AMIGASYSTEM

Staff
 
Messaggi: 5510
Iscritto il: ven lug 25, 2008 8:39 pm
Località: Brindisi

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda Seiya » dom apr 18, 2021 3:26 am

clros ha scritto:Toglimi una curiosità: è un problema che hai sempre avuto oppure all'inizio non era così "lento/occupato" e lo è diventato improvvisamente?
Perchè stavo pensando che nel caso in cui all'inizio non avevi il problema ed è comparso improvvisamente, anche se l'hai risolto cambiando scheda grafica, il problema vero potrebbe sempre essere l'HardDisk...



io avevo messo un HD da 3 TB e funzionava bene, super veloce come doveva essere. Mi ricordo che avevo come scheda video una AMD HD5870 e per qualche motivo l'ho tolta e ne ho messo un altra e improvvisamente l'HD è rallentato. Poi non mi ricordo esattamente come ho fatto, ma ho smanettato togliendo e reinserendo qualcosa è l'HD è tornato veloce come prima. Poi dopo di nuovo problemi di lentezza. Alla fine ho risolto tutto scoprendo che forse il problema era la scheda di rete PCI. Tolta quella, anche cambiando scheda video non ho più avuto problemi con quell'HD. Funziona a meraviglia da molto tempo, velocissimo. Ormai saranno un paio d'anni che funziona regolarmente bene.
Probabilmente c'era qualche conflitto hardware che in qualche modo condizionava l'HD in fase di copia e spostamento file.

Conoscendo i PC era uno po' strano questo comportamento .. fatto sta che da allora questo HD risponde sempre "presente" quando deve lavorare.
Seiya

Supremo
 
Messaggi: 3653
Iscritto il: sab lug 04, 2009 11:22 pm

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMG_Novice_Usr » dom apr 18, 2021 9:07 am

Inizio con il ringraziarvi per la partecipazione a questa interessante/utile discussione, credo di aver imparato qualcosa e al tempo stesso ho effettivamente migliorato le prestazioni del PC.

Adesso il PC si avvia in 2.5 minuti, 3.5 minuti per avere un PC effettivamente fruibile, almeno per cose “banali” (avvio di un web-browser, piuttosto che di un esplora-risorse del PC, ecc …).

Anche a regime, dopo minuti e minuti di utilizzo, continuo a lavorarci molto bene: in verità, ancora non mi è capitato di lanciare programmi impegnativi come IDE, CAD ecc ..., tuttavia già ad esempio il semplice Word è molto più fluido ... insomma ... prestazioni notevolmente migliorate!

Vorrei un attimo ricapitolare cosa ho fatto:

1)

Disabilitato gli updates automatici di Windows.

Ho seguito questa strada:

primo step (Servizi -> Windows Update):

https://drive.google.com/file/d/1Kq13zh ... Qo9mh/view
https://drive.google.com/file/d/1zEZ0YS ... Zpw6U/view

in verità il servizio Windows Update l’avevo già trovato impostato come “manuale” (mi sarei aspettato di trovarlo in “automatico”), dato che anche di recente ho subito un aggiornamento la cui istallazione è durata ore! Credo che si trattasse di uno dei 2 updates annui di avanzamento di versione, diciamo l’equivalente automatico Windows del manuale Linux “sudo apt-get dist-upgrade -y”. Insomma, pensavo che fosse automatico, non manuale, comunque per tagliare la testa al toro l’ho impostato come “disabilitato”.

Non so se sono stato ridondante, ma ho implementato anche un secondo step, ovvero questo:

secondo step:

https://drive.google.com/file/d/1JZf5pj ... vhHVR/view

Ditemi voi se primo + secondo step = cessazione degli update automatici: ovvero niente più sincronizzazioni automatiche con i cataloghi online di MS, quindi niente più downloads ed installazioni incontrollate.

Dall'ultimo screenshot credo di aver capito che in data 25 Aprile dovrò comunque procedere forzatamente ad un aggiornamento (se ce ne sarà uno disponibile), poi potrò re-impostare una data successiva fino alla quale gli aggiornamenti automatici sono disabilitati.

Come stanno effettivamente le cose? Qualcuno ha le idee chiare?

Mi sarebbe piaciuto seguire la strada dell’editor di criteri di gruppo “gpedit.msc”, ma NON ho trovato questo programma console, poi ho scoperto che tale .msc è disponibile solo per Win10 Pro, mentre io ho la versione home.

Il bello dell’approccio eseguendo gpedit.msc era che è possibile disabilitare definitivamente e non temporaneamente gli aggiornamenti automatici: invece il metodo che ho seguito io (quello che mi è riuscito seguire) consente solo di procrastinare, di volta in volta, la data fino alla quale gli updates automatici sono OFF.

Credo che sia possibile ottenere tale disabilitazione definitiva anche lanciando regedit:

https://drive.google.com/file/d/1vbbBA6 ... MWSpC/view

e operando su qualche registro di sistema, ma ho preferito non metterci le mani, causa inesperienza.
Ogni vostro ulteriore suggerimento è ben gradito!
Avatar utente
AMG_Novice_Usr

Veterano
 
Messaggi: 271
Iscritto il: ven mag 01, 2020 10:10 am
Località: Pisa

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMG_Novice_Usr » dom apr 18, 2021 9:16 am

2)

Poi da prompt con diritti di super-admin ho battuto:

reagentc.exe /disable

https://drive.google.com/file/d/1TuZOj7 ... 20lmQ/view

per disabilitare definitivamente i continui accessi in scrittura effettuati sul disco da Windows, dal servizio WinRE, per la creazione automatica dei punti di ripristino.

Ho inoltre letto (inquietante!!) che il ritorno ad un punto di ripristino è scatenabile da utenti terzi (hackers) senza controllo sui diritti di accesso (pare che ci sia questo “bug”, ovvero WinRE non implementa controlli evoluti sui diritti di accesso, quindi in teoria non solo io, ma “chiunque” potrebbe decidere il ritorno del mio sistema ad un punto di ripristino), quindi un utente remoto molto esperto potrebbe, in teoria, entrare nel mio sistema, farlo tornare indietro ad un punto di ripristino, anche primordiale (es: situazione del PC “out-of-factory”), quando sicuramente non avevo istallato nessun antivirus evoluto, e quindi, così a sistema non protetto (sistema come appena comprato al negozio di PC), entrarvi ulteriormente … è solo una teoria, a me questo interessa poco (seppur interessante, concettualmente).

La cosa che davvero mi preme è di limitare l’attività IO sul disco, per cercare di migliorare le prestazioni del PC, pertanto ho disabilitato WinRE.

Va anche detto che i punti di ripristino vengono cancellati periodicamente, quindi probabilmente un hacker non riuscirebbe a convincere il servizio in background WinRE a far tornare troppo indietro nel tempo il sistema, inoltre credo che si possa impostare un timing, prenotare un timing, affinchè ad esempio WinRE prepari un nuovo punto di ripristino ogni domenica sera alle 23.00, faccio un esempio.
Pertanto, con questa impostazione, forse eliminiamo l'eventualità che WinRE scriva sul disco quando vuole lui, pertanto il 100% di IO su disco non gli sarebbe più imputabile.
Ad ogni modo, essendo io non pratico di Windows, e dato che non prevedo di tornare mai ad un punto di ripristino, ho preferito disabilitare brutalmente il servizio WinRE.
Avatar utente
AMG_Novice_Usr

Veterano
 
Messaggi: 271
Iscritto il: ven mag 01, 2020 10:10 am
Località: Pisa

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMG_Novice_Usr » dom apr 18, 2021 9:28 am

3)

Partendo dal lancio di msconfig:

configurazione di sistema:

in Servizi:

ho tolto la spunta a tutti i servizi che ritenevo superflui, come fax, sms, bluetooth, roba che riguardava il gaming con xbox ecc …

in Avvio:

avevo della robaccia che si auto-avviava al lancio dell’ambiente desktop, e anche lì ho mietuto.

4)

Niente più anti-virus, ho lasciato solo Windows-Defender

5)

Niente CCleaner

6)

Ho provato a disabilitare l'indicizzazione dei files.

https://drive.google.com/file/d/1MYGs9R ... aysug/view

Ho preferito non cavillare sui paths sui quali può aver senso scatenare (all'avvio del PC in foreground, e a regime in background) l'indicizzatore: ho preferito disabilitare brutalmente l'indicizzatore, dal momento che di ricerche ne faccio poche (quel poco che ho su PC, so dove si trova), e preferisco di gran lunga favorire la fluidità del sistema, pertanto rinuncio serenamente a questo servizio.

Spero di esserci riuscito, cioè che adesso l'indicizzazione sia sospesa fino a mio contrordine.

Nota:

il fatto che ci fosse per default un'opzione che proibisse all'indicizzatore di girare quando siamo in batteria e non in AC, la dice lunga su quanto tale processo sia pesante nei confronti del sistema ...
Avatar utente
AMG_Novice_Usr

Veterano
 
Messaggi: 271
Iscritto il: ven mag 01, 2020 10:10 am
Località: Pisa

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMG_Novice_Usr » dom apr 18, 2021 10:02 am

Dopo gli interventi da voi suggeriti e da me implementati, la qualità dell'esperienza di utilizzo è migliorata.

Tuttavia a momenti di buona fluidità si alternano momenti di snervante impallamento, semplicemente utilizzando Word (che non dovrebbe essere un programma particolarmente pesante, non è nè un IDE, nè un CAD ... e non parliamo neppure di documenti pesanti editati dallo stesso Word).

Ecco la situazione, dopo diversi minuti dall'accensione, quindi PC a regime, ma senza far girare nessun programma, o per lo meno io non ne avevo ancora lanciato nessuno, nel momento in cui ho preso lo screenshot:

https://drive.google.com/file/d/1Mn-oJp ... 3aHhA/view

https://drive.google.com/file/d/1YFOfXS ... 1nK66/view

Secondo me questa situazione, a sistema rilassato, non è normale ...
Avatar utente
AMG_Novice_Usr

Veterano
 
Messaggi: 271
Iscritto il: ven mag 01, 2020 10:10 am
Località: Pisa

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda clros » dom apr 18, 2021 10:31 am

AMG_Novice_Usr ha scritto:Secondo me questa situazione, a sistema rilassato, non è normale ...


Infatti non lo è.
Ma come ti dicevo, che il disco vada all'improvviso al 100%, non dipende da programmi di sistema, per quanto pesanti possano apparire. Con Windows 10, in condizioni normali, non ti accorgi nemmeno che qualcuno sta usando il disco in background.

Quindi o si tratta di un qualche processo impazzito (anche se è difficile che Windows non se ne accorga e ponga automaticamente rimedio), di un driver difettoso (anche in questo caso Windows non dovrebbe permetterti di usarlo) oppure è un problema hardware come è capitato a me e a Seya.

Ci sono dei programmi, anche microsoft, che monitorano le attività di sistema a basso livello, con uno di questi io avevo scoperto che il sistema si impallava per via di una considerevole mole di interrupt da gestire che arrivavano dal controller disco. Purtroppo non ricordo il nome del programma :triste: .
Nel mio caso si trattava dei dischi (anche se i piatti stessi risultavano esenti da errori, quindi si trattava di problemi dell'interfaccia), nel caso di Seya invece si trattava di qualche alto componente che, sempre a seguito di un guasto HW, andava in conflitto con il disco dal punto di vista degli interrupt (dalla descrizione del suo problema mi sembra di capire che non funzionasse più bene il DMA).

Dovresti controllare bene, ma se hai subito un altro HDD o SSD a portata di mano, prova a cambiarlo e vedi cosa succede.

Altra cosa probabile è l'eventuale lettore CD/DVD che, sempre per guasti, interferisce con il disco.

Fai qualche prova e facci sapere!
Only AMIGA makes it possible !!
La colpa è sempre del Kernel!!
...un bit è formato da 8 byte...

Claudio "CP" La Rosa
Avatar utente
clros

Supremo
 
Messaggi: 3473
Iscritto il: ven mag 07, 2004 2:41 pm
Località: SYS 64738

Re: 100% accesso I/O al disco rigido: cause? soluzioni?

Messaggioda AMG_Novice_Usr » dom apr 18, 2021 10:35 am

Parliamo del file di paging

Io ho la seguente situazione:

disco meccanico da 1TB.

RAM installata: 8GB

file di paging: 8GB

pertanto la memoria virtuale è di 16GB.

Ci sono pro e contro nel ritoccare manualmente la size del file di paging.

Esaminiamo i 2 casi estremi (dimmi/ditemi se sbaglio qualcosa):


Caso 1 (ho tanta RAM):

se io avessi moltissima RAM installata, facciamo ad esempio 32GB, allora potrei tranquillamente rimuovere il file di paging e fare in modo che non venga più creato, insomma abolire per sempre il file di paging, che dovrebbe coincidere con la swap-area gestita dal long-term-scheduler del kernel dell'OS ... giusto?

Se non ho capito male, il file di paging ospita le pagine (le pagine fisiche, invece quelle logiche, virtuali, stanno nella MMU) di processi, pagine che lo schedulatore a lungo termine ritiene di poter tenere sul disco, nell'area di paging appunto (file di paging = area di paging = swap-area), poichè quelle pagine, quelle parti di processo, vengono raramente utilizzate dal processo a cui appartengono, quindi invece di tenerle in RAM ed occupare così preziosa RAM per nulla, vengono swappate nel file di paging.

Quelle poche volte che il processo in questione ha bisogno di indirizzare quelle pagine, allora quelle pagine vengono caricate nuovamente in RAM: l'accesso sul disco, sul file di paging, appena resosi necessario, causa utilizzo di quelle pagine, determina un elemento di lentezza, specialmente in caso di disco meccanico.

Per tornare a noi, se io avessi 32GB di RAM, potrei abolire il file di paging: oltre a liberare dal disco 8GB di spazio (8GB nel mio caso, in generale libero i GB occupati dal file di paging), impongo al sistema di non swappare mai sul disco le pagine fisiche scarsamente indirizzate dai processi, ma di tenerle sempre in RAM (in questa situazione, memoria fisica = memoria virtuale).

Se il sistema tiene tutte le pagine sempre in RAM, non ci sarà mai bisogno di accedere al disco, e ciò migliora la fluidità dell'utilizzo del PC.


Caso 2 (ho poca RAM):

se io avessi poca RAM installata, 4GB ad esempio, allora devo avere un file di paging abbastanza grande, online consigliano:

size del file di paging =RAM installata x 1.5

quindi:

size del file di paging = 4GB x 1.5 = 6GB

Questo perchè lo schedulatore a lungo termine avrà spesso bisogno di spostare le pagine fisiche meno frequentemente accedute dai vari processi concorrenti, dalla poca RAM che abbiamo al disco, al file di paging appunto, per non far saturare la RAM.


Conclusione:

Io, con 8GB di RAM, cosa devo fare?

Lascio il file di paging a 8GB? Oppure mi conviene ritoccare questa size?

Avevo letto da qualche parte che la size di questo file fosse dinamica, quindi una size allocata all'occorrenza dall'OS, in funzione delle necessità attuali, un pò come il RAM-Disk in Amiga, quindi un'area che si allarga e si stringe da sola in base alle necessità, e che si può anche rendere statica tale size, impostarla manualmente.

Come stanno esattamente le cose?

grazie!
Avatar utente
AMG_Novice_Usr

Veterano
 
Messaggi: 271
Iscritto il: ven mag 01, 2020 10:10 am
Località: Pisa

Prossimo

Torna a Altri sistemi operativi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron